Profilo Ufficiale di “ADRIAN, La Serie”, cartoon live ideato, scritto e diretto da Adriano Celentano
Couldn't connect with Twitter
Back to Top
Image Alt

Personaggi

ADRIAN 

L’Orologiaio.

GILDA → 

La ragazza dell’Orologiaio.

ORSO E CARBONE → 

Due agenti molto speciali. Sempre in coppia, occhiali scuri anche al buio, sono i Guardiani del Potere e si fanno rispettare (si fa per dire) tra ceffoni, corse col fiatone e battute spiazzanti.

ALTO COMMISSARIO → 

Il capo di Orso e Carbone, è convinto di dover proteggere il popolo da sé stesso. A qualunque costo, anche con l’inganno. Infatti ha un solo obiettivo: neutralizzare i dissidenti.

DRANGHESTEIN → 

Vorace e spietato, a bassa voce chiamato Il Dissaguatore. Burattinaio feroce che, dall’alto del suo grattacielo, osserva e tesse le sue trame spregiudicate che avvelenano l’ambiente, la società e i cuori delle persone.

CAPO DEL GOVERNO → 

Non ha un nome: solo una carica. Come se dietro quella maschera di arroganza e freddezza si celasse un uomo che si è perso o si è lasciato divorare dalla corruzione. Comanda tutti e teme un solo sguardo: quello di Dranghestein.

MARCO → 

Quattrodici anni, un genio dei computer. Idealista, cocciuto e ribelle, è l’unico testimone dell’inizio della Rivoluzione e uno dei suoi più ferventi alleati.

SINDACO → 

Idealista e incorruttibile, non ha vita facile nel mediare tra il bene della sua gente e gli interessi del Potere. Un po’ burbero e un po’ imbranato, nei momenti cruciali sa sempre da che parte stare.

MARGHERITA → 

Assistente del Sindaco, positiva e ottimista, è la sua più fedele alleata e non lo abbandonerebbe neanche se tutto prendesse fuoco.

JOHNNY SILVER → 

Rockstar capricciosa e narcisista, è uno strumento nelle mani del Potere che lo usa per distrarre e divertire le masse. Ad ogni suo concerto fa salire una persona del pubblico sul palco per regalargli l’illusione dei 15 minuti di fama. Durante lo spettacolo di Capodanno invita l’Orologiaio: sarà il più grande errore della sua vita. O forse no?

IL GIORNALISTA → 

Cronista di punta delle “Verità Quotidiane”, l’unico giornale davvero critico nei confronti del Potere. Ostinato e intraprendente, non scrive mai una parola se prima non ha verificato di persona i fatti.